Sicurezza a Fasano: Fratelli d'Italia, Circoli Nuova Fasano e Movimento in Comune hanno incontrato il Prefetto di Brindisi

5' di lettura 28/11/2022 - Nella mattinata di sabato 26 novembre 2022, a seguito dei recenti episodi di cronaca in Fasano, i rappresentanti di Fratelli d’Italia Fasano, Circoli Nuova Fasano e Movimento in Comune,

accompagnati da Cesare Mevoli in qualità di Responsabile Regionale del Dipartimento Sicurezza – Legalità - Immigrazione di Fratelli d’Italia, hanno avuto un incontro con S.E. la Dott.ssa Carolina Bellantoni, Prefetto di Brindisi.

"Ci è sembrato corretto conferire con la massima Istituzione in materia di sicurezza per avere un quadro oggettivo della situazione, svincolato dalla realtà fin troppo rosea dipinta dalla maggioranza in Comune a Fasano.

Il Prefetto ci ha rassicurati sul massimo sforzo di tutte le forze di sicurezza per una vigilanza costante di tutti i luoghi, centrali come frazionali, per prevenire in maniera deterrente certi fenomeni ed in caso per reagire tempestivamente a tutela di commercianti e cittadini ed abbiamo appreso della presenza di diversi strumenti normativi da attuare/attivare e che possono senza ombra di dubbio concorrere al miglioramento di alcune situazioni.

Nel corso dell'incontro il Prefetto ha evidenziato, altresì, la necessità di rispondere in maniera tempestiva alle richieste di sicurezza provenienti dalla popolazione fasanese e nell’ottica di prevenzione, in special modo in occasione delle imminenti festività natalizie, sarà garantita una maggiore presenza di forze dell'ordine nel nostro Comune.

Ma se da un lato è emersa la massima disponibilità della Prefettura a garantire la sicurezza generale, è altresì stato evidenziato, come anticipato precedentemente, di come molti strumenti normativi sarebbero disponibili per favorire la sicurezza in zone specifiche del territorio, come il centro storico oppure la zona collinare.

Il primo è il cosiddetto "DASPO Urbano", misura introdotta con il Decreto Minniti del 2017, che comporta l’allontanamento del soggetto che commette la condotta molesta dai luoghi espressamente indicati dalla normativa: una misura immediatamente necessaria per scoraggiare le pratiche di spaccio di stupefacenti nelle zone del centro e della villa comunale. Tra i luoghi indicati dal Decreto vi sono, altresì, gli istituti scolastici e universitari; le aree museali; i siti archeologici; i complessi monumentali; le aree adibite a verde pubblico e, in generale, i luoghi di particolare afflusso turistico, i presidi sanitari e le zone che ospitano fiere, mercati e spettacoli. Attuarlo anche a Fasano sarebbe solo un giovamento.

Un altro strumento importante sarebbe quello della sottoscrizione del cosiddetto "Patto per la sicurezza urbana" che permetterebbe all'Amministrazione locale di garantire alla popolazione il "diritto alla Sicurezza" come evidenziato dal Ministero dell'Interno. Si tratta di accordi di collaborazione e di solidarietà stipulati tra Stato ed enti locali che prevedono l’azione congiunta di più livelli di governo e la promozione di interventi, anche in via sussidiaria e nell’ambito delle responsabilità di ciascuno, per rendere effettivo il diritto alla sicurezza e, solitamente, prevedono lo stanziamento di fondi o l’impiego di maggiori risorse umane, oppure azioni mirate per affrontare, ad esempio, i reati di contraffazione, di sfruttamento della prostituzione, di abusivismo commerciale. Possono comportare anche la riorganizzazione dei presidi delle forze dell'ordine, l'intensificazione dei poliziotti di quartiere, il contrasto alle forme di mendacità organizzata. Il Sindaco è responsabile della sicurezza cittadina e la sottoscrizione di un “Patto per la sicurezza urbana” rappresenta uno strumento non differibile per l'interesse dei fasanesi.

Ed ancora, un altro strumento, in tema di sicurezza partecipata, è la sottoscrizione con la Prefettura di un protocollo di intesa sul “controllo di vicinato”. Con questo accordo si rafforza la collaborazione tra Prefettura, Forze di polizia, Comune e cittadini. Tra i principali obiettivi: contribuire all'attività di prevenzione sul territorio; accrescere la consapevolezza dei cittadini sulle problematiche del territorio ed incrementare le misure di difesa passiva; promuovere la sicurezza partecipata attraverso la reciproca attenzione e il vicinato solidale; favorire la coesione sociale. Con questo strumento, nel comune, si va a creare una rete di gruppi di controllo del vicinato, istituiti a livello frazionale. Il loro compito è quello di segnalare alle Forze dell'ordine o alla polizia locale ogni fatto o circostanza sospetta accaduta nella propria zona di residenza, che possa avere riflessi tanto sulla sicurezza pubblica che sul decoro urbano o su situazioni di disagio sociale.

Tutto ovviamente deve però partire dall'Amministrazione che deve garantire il perfetto funzionamento della "macchina" della sicurezza, come quella assicurata dalla reale efficienza del sistema di videosorveglianza cittadina di cui è necessario garantire non solo il funzionamento H24 ma anche la manutenzione costante e il potenziamento, tale da poter avere uno strumento capace di controllare porzioni di territorio comunale, ma anche ogni ingresso principale o secondario del nostro paese.

In sostanza un incontro estremamente proficuo, anche grazie alla approfondita conoscenza delle tematiche locali da parte di S.E. Bellantoni, che evidenzia come buona parte della responsabilità della sicurezza locale sia in capo non solo all'entità statale ma soprattutto al nostro Sindaco che può e deve sempre utilizzare gli strumenti messi a disposizione dallo Stato.

Quelli della sicurezza e delle legalità sono da sempre temi cardine della nostra azione politica e continueranno ad esserlo perché i cittadini vanno tutelati ed hanno bisogno di sentirsi sicuri in ogni momento e luogo della nostra Fasano".

Grazia NEGLIA – Fratelli d’Italia
Antonio SCIANARO – Circoli Nuova Fasano
Antonio COFANO – Movimento “In Comune”


di Gino Latino

redazione@viverepuglia.it  





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2022 alle 23:34 sul giornale del 28 novembre 2022 - 984 letture

In questo articolo si parla di attualità, sicurezza, prefettura, bari, sindaco, lecce, Taranto, foggia, brindisi, puglia, videosorveglianza, daspo, fratelli d'italia, fdi, bat, fasano, daspo urbano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dFjv





qrcode